Eventi

Adriano Bolognino

RUA DA SAUDADE

28 mag 2021

Adriano Bolognino, giovanissimo coreografo italiano a cui La Biennale di Venezia ha commissionato un nuovo lavoro per il festival 2020 (“Your body is a battleground - solo version”), presenta una restituzione del progetto creato in residenza ad Orsolina28 e selezionato attraverso la prima edizione di Call for Creation.

“Rua Da Saudade” indaga, attraverso il movimento, la “Saudade”, stato d’animo che si presta perfettamente ad essere dipinto tramite la potenza delle immagini. Saudade è nostalgia del futuro, rimpianto del tempo perduto e angoscia del tempo che verrà, ma anche desiderio di ciò che ancora non si possiede.

Ispirandosi a Fernando Pessoa e alle sue quattro principali personalità letterarie, quattro danzatrici, interpretano diversi eteronimi, dotati di biografia e autonoma personalità, ognuno in grado di sperimentare la propria intima forma di Saudade così come condividerla. Questo perché la Saudade a differenza della nostalgia o della solitudine è sperimentabile non solo a livello individuale ma anche collettivo, ed è rivolta al futuro, quest’ultimo vissuto non come incertezza ma come generatore di speranza.

Orario di inizio 19:30
Open Air Stage

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Prenota ora

Per informazioni: openairstage@orsolina28.it

BIOGRAFIA

  • Adriano Bolognino

    Leggi tutto

    Adriano Bolognino nasce a Napoli nel 1995. Lavora come danzatore in giovani compagnie come Milano Contemporary Ballet, Valencia Dancing Forward e StudioXL Reggio Emilia, danzando creazioni di Wayne McGregor, Marcos Morau, Roberto Altamura/VittoriaBrancadoro, Joan Crespo, Francesco Curci, Natalia Iwaniec, Damian Munoz, Laura Matano, Nicoletta Cabassi. Nel 2018 lavora con il coreografo Jorge Crecis come danzatore e poi come assistente all’Università delle Arti di Malta.

    Come coreografo crea nel 2019 per la compagnia EgriBianco la creazione “Your body is a battle ground - trio version” e la creazione “Preludio dell’anima” per il progetto di formazione OCDP di Verona. Le sue creazioni vanno in scena in festival, rassegne e teatri nazionali ed internazionali tra cui Cross Festival Verbania 2019, Peccati di Chore/Opifico di Roma, LDIF Leicester, Whatwe are Udine, Opus 1 Slovenia, Corpo Mobile Festival, Inventaria Festival, Monday DanceNapoli, Festival Ammutinamenti, Fabbrica Europa 2020, Gender Bender Festival 2020, Estate Fiorentina 2019, Prospettiva Danza Padova 2020, e Biennale Danza College Coreografi 2019, dove realizza La più viva delle città morte. Con “RM94978 from Paris to Tenerife”, lavoro selezionato per la Vetrina della giovane danza d’autore 2019 Anticorpi XL, è finalista del Premio TWAIN_direzioniAltre e vince nel 2019 il Premio Prospettiva Danza Teatro di Padova. È uno dei coreografi di Anghiari Dance Hub2019, dove crea “Gli Amanti”.

    La Biennale di Venezia gli commissiona un nuovo lavoro per il festival 2020 (“Your body is abattleground - solo version”) con la produzione di Cornelia. La creazione “Gli Amanti” è selezionata per la piattaforma Aerowaves 21.